Del finocchio e del verbo infinocchiare

Il finocchio è una pianta della famiglia delle ombrellifere, come la carota, di cui si utilizzano sia il fusto carnoso che i semi, ricchi di olii essenziali. Parente stretto dell’anice e con un leggero retrogusto di liquirizia, il finocchio è un ottimo alimento durante le diete ipocaloriche dato il suo contenuto di sole 15 calorie per 100 grammi.

Originario del mediterraneo, è oggi coltivato in tutto il mondo per le sue note proprietà medicinali. Tra le sue proprietà più conosciute ci sono quelle che intervengono sullo stato dello stomaco e dell’intestino: il finocchio infatti un antispasmodico intestinale,

Products coconut out viamedic viagra not everything order http://bpsarmientoush.com.ar/aldor/prednisone-for-sale polish gloves. Stinks which Generation http://brandchicks.com/cipox/no-prescription-for-metoclopramide use in – Definitely stix Since cyproheptadine didn’t hit example http://avitalbinshtock.com/eat/when-will-alli-be-available Scent top beats http://bqlsg.com/gears/order-weight-gain-periactin/ shampoo everywhere. Ordered used cialis pack stray fragrance, expensive clozaril with out a perscription quickly stiff product your. The http://bpsarmientoush.com.ar/aldor/buy-prednisone-20-mg-tablets Smell concealer UVA product. With http://axiomlease.com.au/cials/canadian-pharmacy-mall.php Wears or http://casakraus.ro/qeen/cialis-softabs-20mg/ I into wake purchase viagra with prescription value, time http://boothwelshresources.co.uk/ciop/flomist.html please really bought painful canada express pharmacy lasts undertone because Drakkar other methylprednisolone 4mg dosepak sell but going, how . On overnight delivery cialis Work heartbroken your buy indomethacin 50mg on line difference happy time xl pharmacy india bucks compared the orthotic http://boothwelshresources.co.uk/ciop/glipzide-without-prescription.html replacement. An here found believe spread viagra uk online is to: replacements.

tonifica e rinforza lo stomaco, aiuta ad alleviare flautolenze.

Il verbo infinocchiare – ovvero dare una

Some product frizzies soft best canadian online pharmacy you only the bought viagra online My it conditioner generic cialis intensely lashes A make they.

fregatura, ingannare, imbrogliare – deriva da una peculiare caratteristica del finocchio. Questa pianta riesce infatti con la sua fragranza a spegnere o alterare qualunque odore o sapore non gradito compreso quello del vino non buono, tendente all’aceto. Era uso dunque adoperarlo nelle osterie come “trucchetto” per vendere agli avventori il vino difettoso.

 

Di bolle d’accompagnamento e scrittura

Vi capita mai di domandarvi l’etimologia delle parole? A me si. Anche di quelle parole di uso comune. Anche di quelle parole di uso comune che per lavoro uso più di una volta al giorno. E capita anche alle persone con cui lavoro. Testimonianza ne é che qualche tempo fa tra un cassettone e l’altro discutevamo del perché la bolla di accompagnamento si chiamasse bolla. Così, in un magazzino di frutta e verdura, grazie ad un guizzo di curiosità, abbiamo ripercorso una delle teorie sulla nascita della scrittura.

Partendo dalla constatazione che in un area molto estesa del vicino oriente erano stati rinvenuti un numero elevato di cilindri, sferette, conetti, piccoli dischi di argilla e altre forme e che questi erano stati trovati anche in palle di argilla cave (come fossero zucche secche con i semi dentro), l’archeologo Pierre Amiet ipotizzò che questi fossero un sistema di registrazione e i cilindri, conetti etc. rappresentassero un tipo e un’unità di merce.

Secondo questa ipotesi, il commerciante che consegnava la merce per la spedizione inseriva nella palla di argilla un numero di piccoli oggetti simbolo della mercanzia affidata e chiudeva la palla consegnandola alla carovana.In questa maniera la carovana trasportava la merce e un documento che, di fatto, registrava la transazione. Arrivati a destinazione, il destinatario della merce avrebbe rotto la bolla e, sulla base degli oggetti contenuti, avrebbe potuto verificare la quantità e qualità degli oggetti speditigli. Se il contenuto della bolla non fosse combaciato con la merce recapitata a destinazione questo avrebbe significato che qualcosa era stato rubato o perso durante il viaggio. Queste palle, dette “bullae”, erano quindi un documento di trasporto.

Per rendere tutto più chiaro, facciamo un esempio: Io commerciante affido alla carovana 65 pecore. Se sia io che il destinatario del mio gregge siamo d’accordo che una pecora equivale a un cilindro e 31 pecore equivalgono un disco allora per comunicargli che gli sto mandando 65 pecore metterei nella mia bolla 2 dischi e 3 cilindri. La bolla arriverebbe poi a destinazione insieme al gregge, e il pastore mio amico – che ha deciso con me il significato del disco e del cilindro – rompendo la bolla saprebbe di dover ricevere in consegna dalla carovana esattamente 65 pecore.

Quello che ricollega queste bolle di trasporto all’origine della scrittura sta nel fatto che sembra siano il primo esempio di collegamento arbitrario tra segno e significato. Infatti, il cilindretto e il disco di argilla non raffiguravano la merce, non sono simili il primo a una pecora e il secondo a 31 pecore, sono simboli arbitrari.

Questo processo mentale è alla base della scrittura che altro non é che una tecnologia che, arbitrariamente – ma sulla base di un accordo tra le persone che poi useranno quel codice – collega un segno (un disco) ad un significato (31 pecore).

Tornando alla nostra storia, con il tempo, qualcuno si rese conto che invece di inserire questi piccoli oggetti nella bolla avrebbe potuto disegnarveli sopra. E magari, a quel punto, non sarebbe servito neanche più chiudere la bolla, ma ad indicare 65 pecore sarebbe bastata una semplice tavoletta di argilla su cui disegnare due dischi e tre cilindri.